Cinque fatti sull’IWW

1. Può aderire chiunque faccia parte della classe lavoratrice, ad eccezione di poliziotti, guardie carcerarie e padroni. Storicamente, la polizia è stata utilizzata per reprimere l’insorgere del lavoro organizzato e il suo ruolo è stato quello di proteggere il capitale e la proprietà dei padroni a spese dei lavoratori e delle lavoratrici. Come sindacato, organizziamo i lavoratori e le lavoratrici in carcere, riconoscendo la violenza intrinseca del complesso carcerario-industriale. Per questo motivo, non permettiamo alle guardie carcerarie di unirsi a noi. Infine, proprio perché l’introduzione del nostro preambolo afferma: “La classe lavoratrice e la classe padronale non hanno nulla in comune”, non permettiamo l’adesione a coloro che hanno la capacità di assumere e licenziare, ovvero i padroni.


2. Puoi aderire a più di un sindacato. Se sei attualmente in un lavoro che ha una rappresentanza sindacale, puoi iscriverti anche all’IWW. Le persone iscritte a più sindacati sono spesso quelle più attive, che spingono dal basso per avere contratti migliori e una rappresentanza più democratica.


3. Non è necessario un contratto o delle elezioni per dar vita a un sindacato. Un sindacato è composto da due o più lavoratori/lavoratrici, in un luogo di lavoro, che si uniscono per risolvere una serie di problemi comuni. Storicamente, i contratti limitano la capacità della classe lavoratrice di raggiungere obiettivi, che devono essere poi rinegoziati entro un determinato periodo di tempo. Organizzarsi senza contratto può consentire di raggiungere obiettivi indipendentemente dalle condizioni che possono limitarti in un contratto. Tuttavia, nell’IWW ci organizziamo anche tramite elezioni contrattuali, se è questo quello che si vuole.


4. Siamo un sindacato completamente democratico. Ci organizziamo secondo il principio del “sindacalismo solidale”, nel senso che sono le persone iscritte che determinano quale linea di condotta intraprendere per difendere i propri diritti e raggiungere i propri obiettivi nei loro posti di lavoro. A differenza del sindacalismo aziendale, che tende a lavorare a fianco della dirigenza per proteggere sia i loro interessi che gli interessi della classe lavoratrice, l’IWW ritiene che proteggere la classe padronale, in qualsiasi modo, danneggi la classe lavoratrice. Non crediamo nella collaborazione di classe con i padroni.


5. Non sosteniamo mai politici. Punto. Il potere si forma dal basso, e per 115 anni l’IWW non ha mai appoggiato nessun politico o candidato politico. Indipendentemente dalla persona e dalle sue posizioni politiche, l’IWW ritiene che solo attraverso l’organizzazione nei nostri luoghi di lavoro possiamo garantire quelle vittorie che la classe politica promette solo appena vinte le elezioni.

Se questo ti sembra il sindacato giusto per te, iscriviti! Trasforma questo Primo Maggio di quarantena in un Primo Maggio di presa di coscienza e lotta!

Seguici e contattaci per informazioni sui nostri canali Twitter, Facebook o Instagram.

2 thoughts on “Cinque fatti sull’IWW

  1. Penso che questi “5 fatti sul IWW siano pertinenti alla realtà degli Stati Uniti d’America, ma non a quella dell’Italia. Per esempio qui non abbiamo sindacati aziendali (grazie al cielo), oppure qui il contratto nazionale è l’unica tutela forte che abbiamo e sarebbe folle cercare di migliorare le proprie condizioni senza il CCNL.

    1. Ciao Luca, grazie per il commento. In realtà, in quella frase, se togli “aziendale” e metti “confederato” diremmo che è comunque pertinente.

      Per gli altri punti, invece, non siamo assolutamente d’accordo con te. Può aderire chiunque faccia parte della classe lavoratrice (con o senza contratto), tranne polizia e guardie carcerarie; è un sindacato orizzontale strutturato su principi di democrazia partecipativa; non è e non sarà mai affiliato a nessun partito o organizzazione politica, né sostiene o sosterrà mai nessun* candidat* politic*: tutti questi sono principi fondamentali del nostro Statuto internazionale, che sono pertinenti e rilevanti in qualsiasi luogo del mondo nasca una sezione IWW.

      Il contesto lavorativo ovviamente cambia di paese in paese e difatti, nonostante sia nato negli Stati Uniti, l’IWW è attivo da decenni in vari altri paesi in cui si è adattato al contesto locale, senza però farsi limitare da quel contesto. Ciao!

Rispondi a IWWIta Annulla risposta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Skip to content
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: